I NUMERI SONO LO STRUMENTO MIGLIORE PER RACCONTARE LA REALTÀ.

2340900
i nostri iscritti
268

morti sul lavoro
gennaio - aprile 2024

763000

disoccupati 15-34 anni (primo quadrimestre 2024)

80%

Rapporti di lavoro a termine attivati a favore di giovani (max 29 anni).
(Fonte INPS, riferimento 2023)

7000000
lavoratori in attesa del rinnovo del contratto
iscriviti alla newsletter
×
Resta sempre aggiornato
Iscriviti alla Newsletter
Notiziario Live
Mi piace!
0%
Sono perplesso
0%
È triste
0%
Mi fa arrabbiare
0%
È fantastico!!!
0%

Società e Cultura | 10.06.2024

Mi piace!
0%
Sono perplesso
0%
È triste
0%
Mi fa arrabbiare
0%
È fantastico!!!
0%

Società e Cultura | 05.06.2024

Mi piace!
0%
Sono perplesso
0%
È triste
0%
Mi fa arrabbiare
0%
È fantastico!!!
0%

Società e Cultura | 04.06.2024

Social TerzoMillennio
Servizi UIL
Dalle Categorie
Dai Territori
Dai Social
Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons

🔵 È partito a Lamezia Terme, in Calabria, il primo corso della Scuola di Alta Formazione Antimafia, il progetto promosso dalla Uil in collaborazione con l’Associazione Antimafia #Noi, presieduta da Massimo Coluzzi e di cui è Presidente onoraria, la giornalista di Repubblica, Federica Angeli, nota per il suo lavoro di inchiesta contro la mafia romana.

Non a caso abbiamo iniziato dalla Calabria con due obiettivi: non arrenderci e dare, a tutti noi, gli strumenti per conoscerla.

La mafia è cambiata, non è più solo quella dei trafficanti di droga, ma oggi ha veri e propri broker economico-finanziari. Dobbiamo essere degli aggregatori di forza, coraggio e di voglia di fare una battaglia sino in fondo con la stragrande maggioranza di persone oneste.

Io ringrazio Federica per il percorso che abbiamo iniziato con la sua associazione. Partendo da questa regione, ringraziando le nostre strutture UIL e la Segretaria Maria Elena Senese, ma arrivare in tutta Italia dove le mafie reinvestono e riciclano le varie risorse che giungono dai proventi illeciti.
Non abbiamo deciso di appaltare il problema alle associazioni antimafia perché la battaglia, contro le mafie, va fatta ogni giorno e la dobbiamo fare tutti insieme con Federica, con Gratteri e con Giovanni Bombardieri che sono le persone che,sin dall’inizio, hanno condiviso il nostro percorso.

Ogni giorno dobbiamo parlarne, perché il silenzio è la peggior cosa. Dobbiamo costruire quella massa critica che deve esistere ed esiste.

Noi non possiamo accettare che nessuna delle vite, che ogni giorno lotta, possa perdere la vita. La battaglia sarà lunga e coloro che sono con noi ci perdonerebbero un eventuale sconfitta, ma non perdonerebbero mai un’eventuale resa!!!

Federica Angeli Uil Calabria
... Vedi altroVedi meno

🔵 È partito a Lamezia Terme, in Calabria, il primo corso della Scuola di Alta Formazione Antimafia, il progetto promosso dalla Uil in collaborazione con l’Associazione Antimafia #Noi, presieduta da Massimo Coluzzi e di cui è Presidente onoraria, la giornalista di Repubblica, Federica Angeli, nota per il suo lavoro di inchiesta contro la mafia romana.

Non a caso abbiamo iniziato dalla Calabria con due obiettivi: non arrenderci e dare, a tutti noi, gli strumenti per conoscerla.

La mafia è cambiata, non è più solo quella dei trafficanti di droga, ma oggi ha veri e propri broker economico-finanziari. Dobbiamo essere degli aggregatori di forza, coraggio e di voglia di fare una battaglia sino in fondo con la stragrande maggioranza di persone oneste.

Io ringrazio Federica per il percorso che abbiamo iniziato con la sua associazione. Partendo da questa regione, ringraziando le nostre strutture UIL e la Segretaria Maria Elena Senese, ma arrivare in tutta Italia dove le mafie reinvestono e riciclano le varie risorse che giungono dai proventi illeciti. 
Non abbiamo deciso di appaltare il problema alle associazioni antimafia perché la battaglia, contro le mafie, va fatta ogni giorno e la dobbiamo fare tutti insieme con Federica, con Gratteri e con Giovanni Bombardieri che sono le persone che,sin dall’inizio, hanno condiviso il nostro percorso.

Ogni giorno dobbiamo parlarne, perché il silenzio è la peggior cosa. Dobbiamo costruire quella massa critica che deve esistere ed esiste. 

Noi non possiamo accettare che nessuna delle vite, che ogni giorno lotta, possa perdere la vita. La battaglia sarà lunga e coloro che sono con noi ci perdonerebbero un eventuale sconfitta, ma non perdonerebbero mai un’eventuale resa!!!

Federica Angeli Uil Calabria

🔵 CHE SIGNIFICA FARE SINDACATO?

Significa fare una scelta personale, una scelta di vita: quella di essere dalla parte dei piu deboli, di chi ha bisogno di una mano. E' un impegno verso il prossimo.

Fa parte di questo nostro impegno anche l'obiettivo di investire in voi giovani e non solo in senso economico. Infatti, diventare il Sindacato delle Persone per noi significa confrontarci e dialogare con le nuove generazioni. Perché lavoriamo non tanto per noi ma per chi verrà dopo di noi.

E chi verrà dopo di noi siete voi ragazzi.

Sapete bene che nulla è scontato quando si parla di diritti. Lo vediamo oggi in Italia. Nel sindacato è lo stesso. Come in un qualsiasi sistema, chi detiene il potere è conservatore. Invece voi dovete smontare questo sistema, discutere, farvi sentire.

Quindi questi corsi di formazione che ormai portiamo avanti da tanti anni non servono solo a spiegarvi come si fa sindacato, ma per sapere da voi di cosa avete bisogno, per dare spazio a voi che siete chi può modificare la nostra organizzazione.

Voi siete la prova che non si può dire che i giovani non hanno voglia di lavorare o di fare. Non è vero. Anzi siamo noi che abbiamo il compito di ascoltarvi e costruire insieme un Paese migliore.

Questo è lo spirito di Go Beyond.
Non fermatevi mai, non arrendetevi mai. Date fastidio.
Auguri e buona lotta!
... Vedi altroVedi meno

🔵 CHE SIGNIFICA FARE SINDACATO?

Significa fare una scelta personale, una scelta di vita: quella di essere dalla parte dei piu deboli, di chi ha bisogno di una mano. E un impegno verso il prossimo.

Fa parte di questo nostro impegno anche lobiettivo di investire in voi giovani e non solo in senso economico. Infatti, diventare il Sindacato delle Persone per noi significa confrontarci e dialogare con le nuove generazioni. Perché lavoriamo non tanto per noi ma per chi verrà dopo di noi.

E chi verrà dopo di noi siete voi ragazzi. 

Sapete bene che nulla è scontato quando si parla di diritti. Lo vediamo oggi in Italia. Nel sindacato è lo stesso. Come in un qualsiasi sistema, chi detiene il potere è conservatore. Invece voi dovete smontare questo sistema, discutere, farvi sentire.

Quindi questi corsi di formazione che ormai portiamo avanti da tanti anni non servono solo a spiegarvi come si fa sindacato, ma per sapere da voi di cosa avete bisogno, per dare spazio a voi che siete chi può modificare la nostra organizzazione.

Voi siete la prova che non si può dire che i giovani non hanno voglia di lavorare o di fare. Non è vero. Anzi siamo noi che abbiamo il compito di ascoltarvi e costruire insieme un Paese migliore.

Questo è lo spirito di Go Beyond.
Non fermatevi mai, non arrendetevi mai. Date fastidio. 
Auguri e buona lotta!

💙 Oggi siamo stati all’evento ITAL NEXT GEN: un corso di formazione con tantissimi ragazzi e ragazze e questa è la prova di quanto noi crediamo in loro!!!

➡️ Noi non siamo eterni per questo siamo certi che loro rappresentino il futuro della nostra organizzazione. Non abbiamo organizzato un corso di formazione classico, come quello di un’azienda qualsiasi che fornisce una preparazione tecnica, ma abbiamo voluto ascoltarli per capire le loro aspettative per il domani, perché vogliamo che siano loro a sollecitarci per rappresentarli al meglio. Questo era l’aspetto più importante quando abbiamo deciso di diventare il sindacato delle persone.

🗣️Con loro, abbiamo riflettuto su quanto i loro coetanei non possano permettersi un mutuo, un finanziamento o avere dei figli. Abbiamo parlato di quelle persone - donne, uomini o bambini - che scappano con imbarcazioni di fortuna dai loro paesi e da situazioni drammatiche e di cui nessuno parla, perché politicamente non se ne deve parlare. Abbiamo parlato di tutti quei fantasmi della società che facciamo finta di non vedere e che vogliamo tornino persone, rilanciando la nostra nuova campagna NO AI LAVORATORI FANTASMA!

📢 Una campagna che non dimentica neanche tutti quei ragazzi o ragazze che ricevono offerte vergognose e indecenti di cui abbiamo le prove. Offerte che prevedono turni massacranti e paghe da fame. Per noi quando i giovani le rifiutano fanno benissimo: difendono la loro dignità di persone!

Cari ragazzi, non omologatevi, non permettete a nessuno di tarpare le ali dei vostri sogni. Noi saremo al vostro fianco, a sostenervi e tutelarvi perché è questa la storia della nostra organizzazione!
... Vedi altroVedi meno

💙 Oggi siamo stati all’evento ITAL NEXT GEN: un corso di formazione con tantissimi ragazzi e ragazze e questa è la prova di quanto noi crediamo in loro!!!
 
➡️ Noi non siamo eterni per questo siamo certi che loro rappresentino il futuro della nostra organizzazione. Non abbiamo organizzato un corso di formazione classico, come quello di un’azienda qualsiasi che fornisce una preparazione tecnica, ma abbiamo voluto ascoltarli per capire le loro aspettative per il domani, perché vogliamo che siano loro a sollecitarci per rappresentarli al meglio. Questo era l’aspetto più importante quando abbiamo deciso di diventare il sindacato delle persone. 

🗣️Con loro, abbiamo riflettuto su quanto i loro coetanei non possano permettersi un mutuo, un finanziamento o avere dei figli. Abbiamo parlato di quelle persone - donne, uomini o bambini - che scappano con imbarcazioni di fortuna dai loro paesi e da situazioni drammatiche e di cui nessuno parla, perché politicamente non se ne deve parlare. Abbiamo parlato di tutti quei fantasmi della società che facciamo finta di non vedere e che vogliamo tornino persone, rilanciando la nostra nuova campagna NO AI LAVORATORI FANTASMA! 

📢 Una campagna che non dimentica neanche tutti quei ragazzi o ragazze che ricevono offerte vergognose e indecenti di cui abbiamo le prove. Offerte che prevedono turni massacranti e paghe da fame. Per noi quando i giovani le rifiutano fanno benissimo: difendono la loro dignità di persone!  

Cari ragazzi, non omologatevi, non permettete a nessuno di tarpare le ali dei vostri sogni. Noi saremo al vostro fianco, a sostenervi e tutelarvi perché è questa la storia della nostra organizzazione!

🇪🇺 Tra pochi giorni si va al voto e di Europa se ne è parlato pochissimo.

Niente è stato detto sugli sviluppi futuri che ci attendono, quando molte delle scelte del nostro Paese dipendono da quelle prese in Europa.
Il tema più importante è quali saranno le politiche economiche e fiscali. Dopo l’esperienza degli investimenti effettuati con Next Generation e Sure in pandemia, assistiamo ora a teorie economiche di rientro dal debito che non condividiamo, come la scelta sui tassi della BCE.

💸 Perché non si ragiona sulla ridiscussione del debito per rilanciare l’Europa? Invece si è ripartiti proprio dal debito, dalle regole del patto di stabilità e dai suoi schemi di rientro che peseranno sul nostro Paese.

❎ Accanto a questo le scelte sulla transizione climatica, sullo sviluppo sostenibile. Tutto questo si fa se c’è il consenso sociale. Se al Green deal si accompagna un social deal che protegga tutto il sistema. In Europa, invece, abbiamo registrato un approccio vincolante sulla transizione e non incentivante come negli Stati Uniti.
Abbiamo proposto in Europa un fondo sovrano per raggiungere gli obiettivi della transizione, perché non è più sostenibile far pagare le conseguenze sempre a lavoratrici e lavoratori. Le scelte oggi sono globali come lo è il contesto di riferimento, pensiamo al tema delle emissioni e di quello che succede in Cina ad esempio.

🔵 Il nostro non può che essere un approccio laico e riformista che guarda al futuro e ai cambiamenti, accompagnandoli con sostenibilità e senza ricadute sul contesto sociale, perché noi rappresentiamo quelle persone.

Il primo tema che deve rivendicare un’organizzazione sindacale è quello dei salari. Dobbiamo recuperare la perdita del potere di acquisto cumulata negli anni e dobbiamo farlo anche con scelte coraggiose, non accettando di sottoscrivere proposte di rinnovo contrattuale che non raggiungono nemmeno l’IPCA.

Chiediamo al Governo un intervento per sostenere la contrattazione detassando gli aumenti contrattuali, di primo e secondo livello. Sfidiamo le nostre controparti, giochiamo in attacco! Quante aziende hanno investito in produttività con le risorse di tutti noi? Dobbiamo ragionare sulla produttività con la contrattazione di secondo livello, di azienda e dove non possibile di distretto.

💪🏻 Portiamo avanti le nostre rivendicazioni e le nostre proposte!

📣 Lo abbiamo ribadito poco fa al Consiglio nazionale della UILTEC a Milano.
... Vedi altroVedi meno

🇪🇺 Tra pochi giorni si va al voto e di Europa se ne è parlato pochissimo. 

Niente è stato detto sugli sviluppi futuri che ci attendono, quando molte delle scelte del nostro Paese dipendono da quelle prese in Europa. 
Il tema più importante è quali saranno le politiche economiche e fiscali. Dopo l’esperienza degli investimenti effettuati con Next Generation e Sure in pandemia, assistiamo ora a teorie economiche di rientro dal debito che non condividiamo, come la scelta sui tassi della BCE.

💸 Perché non si ragiona sulla ridiscussione del debito per rilanciare l’Europa? Invece si è ripartiti proprio dal debito, dalle regole del patto di stabilità e dai suoi schemi di rientro che peseranno sul nostro Paese. 

❎ Accanto a questo le scelte sulla transizione climatica, sullo sviluppo sostenibile. Tutto questo si fa se c’è il consenso sociale. Se al Green deal si accompagna un social deal che protegga tutto il sistema. In Europa, invece, abbiamo registrato un approccio vincolante sulla transizione e non incentivante come negli Stati Uniti. 
Abbiamo proposto in Europa un fondo sovrano per raggiungere gli obiettivi della transizione, perché non è più sostenibile far pagare le conseguenze sempre a lavoratrici e lavoratori. Le scelte oggi sono globali come lo è il contesto di riferimento, pensiamo al tema delle emissioni e di quello che succede in Cina ad esempio.

🔵 Il nostro non può che essere un approccio laico e riformista che guarda al futuro e ai cambiamenti, accompagnandoli con sostenibilità e senza ricadute sul contesto sociale, perché noi rappresentiamo quelle persone. 

Il primo tema che deve rivendicare un’organizzazione sindacale è quello dei salari. Dobbiamo recuperare la perdita del potere di acquisto cumulata negli anni e dobbiamo farlo anche con scelte coraggiose, non accettando di sottoscrivere proposte di rinnovo contrattuale che non raggiungono nemmeno l’IPCA. 

Chiediamo al Governo un intervento per sostenere la contrattazione detassando gli aumenti contrattuali, di primo e secondo livello. Sfidiamo le nostre controparti, giochiamo in attacco! Quante aziende hanno investito in produttività con le risorse di tutti noi? Dobbiamo ragionare sulla produttività con la contrattazione di secondo livello, di azienda e dove non possibile di distretto. 

💪🏻 Portiamo avanti le nostre rivendicazioni e le nostre proposte!

📣 Lo abbiamo ribadito poco fa al Consiglio nazionale della UILTEC a Milano.

🔵 4 giugno 1944 - 4 giugno 2024, Bruno Buozzi, l’autorevolezza delle battaglie sindacali del martire socialista!🔵 Bruno Buozzi il padre del sindacato moderno

Il 4 giugno del 1944, mentre i soldati americani entravano trionfalmente a Roma, sulla Cassia, a La Storta, i nazisti in fuga consumavano l’ultimo atto criminale: quello della uccisione del socialista riformista e guida della Confederazione Generale del Lavoro, Bruno Buozzi.

Carlo Rosselli, nel suo ‘Socialismo liberale’ scrisse: “Al posto dei piccoli clan rivoluzionari, vegetanti nell’ombra in attesa della crisi finale, sono subentrate le possenti organizzazioni sindacali muoventesi alla luce del sole, dirette da uomini dal cervello quadro e dalle capacità realizzatrici, che hanno dato il colpo di grazia alle figure romantiche del cospiratore e del rivoluzionario; uomini che, provenendo dalle stesse file operaie, si rifiutano ad ogni astratta contemplazione del moto sociale, ad ogni eccessiva idealizzazione delle virtù proletarie [...]”.

Ecco, questo è stato Bruno Buozzi, un uomo che all’inutile e dannosa illusione rivoluzionaria ha preferito la lotta per una trasformazione graduale della società con le armi del voto, della contrattazione, dell’agitazione.
Buozzi è stato un costruttore di democrazia. Un uomo che ha lottato per la libertà di tutti noi, a scapito della vita.

La UIL ha fatto di Bruno Buozzi, segretario generale dei metallurgici prima e della Confederazione poi, il proprio padre spirituale. Volentieri si sarebbe appuntato sulla giacca – ci piace pensare – il nuovo distintivo della UIL, che ha fatto suoi i valori del riformismo intransigente e concreto in cui Buozzi credeva.

@uilofficial
... Vedi altroVedi meno

🔵 4 giugno 1944 - 4 giugno 2024, Bruno Buozzi, l’autorevolezza delle battaglie sindacali del martire socialista!

🇮🇹 La Festa della Repubblica è la celebrazione di una conquista che, insieme alla successiva promulgazione della Costituzione, ha gettato le basi per la costruzione di un moderno Stato libero, democratico, laico e antifascista.

Il 2 giugno ha un senso se è l’occasione per rinnovare l’impegno ad affermare questi principi e quelli che da essi ne derivano.

🔵 Oggi, tutto ciò si traduce in due sfide: una, sul fronte internazionale, per concordare un percorso di pace giusta e duratura, l’altra, sul fronte interno, per riconoscere concretamente il valore del lavoro.
È così che può progredire la nostra Repubblica ed è solo così che potremo continuare a festeggiarla.
... Vedi altroVedi meno

🇮🇹  La Festa della Repubblica è la celebrazione di una conquista che, insieme alla successiva promulgazione della Costituzione, ha gettato le basi per la costruzione di un moderno Stato libero, democratico, laico e antifascista. 

Il 2 giugno ha un senso se è l’occasione per rinnovare l’impegno ad affermare questi principi e quelli che da essi ne derivano.

🔵 Oggi, tutto ciò si traduce in due sfide: una, sul fronte internazionale, per concordare un percorso di pace giusta e duratura, l’altra, sul fronte interno, per riconoscere concretamente il valore del lavoro. 
È così che può progredire la nostra Repubblica ed è solo così che potremo continuare a festeggiarla.

Nulla è cambiato dalla morte di Luana D’Orazio. Sono passati tre anni ed oggi abbiamo avuto l’opportunità di ricevere la visita di Emma, una madre che nel maggio 2021 ha visto uscire la propria figlia da casa senza fare ritorno dal suo posto di lavoro.

Le abbiamo espresso tutta la nostra vicinanza ed amicizia, ribadendo il nostro impegno per l’istituzione dell’omicidio sul lavoro e di una procura speciale. Sono due richieste di giustizia che la politica deve accogliere e concretizzare. Basta morti sul lavoro a causa del mancato rispetto delle regole e dei controlli!

La nostra campagna Zero Morti Sul Lavoro non si fermerà!
... Vedi altroVedi meno

Nulla è cambiato dalla morte di Luana D’Orazio. Sono passati tre anni ed oggi abbiamo avuto l’opportunità di ricevere la visita di Emma, una madre che nel maggio 2021 ha visto uscire la propria figlia da casa senza fare ritorno dal suo posto di lavoro.

Le abbiamo espresso tutta la nostra vicinanza ed amicizia, ribadendo il nostro impegno per l’istituzione dell’omicidio sul lavoro e di una procura speciale. Sono due richieste di giustizia che la politica deve accogliere e concretizzare. Basta morti sul lavoro a causa del mancato rispetto delle regole e dei controlli!

La nostra campagna Zero Morti Sul Lavoro non si fermerà!

🔵 Alla riunione dell'esecutivo nazionale della UIL FPL, abbiamo richiamato,ancora una volta, i rischi derivanti dal nuovo patto di stabilità sottoscritto lo scorso inverno dal Governo: rientro dello 0.4% e traiettoria di rientro che comporterebbe miliardi di tagli alla spesa sociale.

Alla logica dell'austerità, contrapponiamo quella delle politiche espansive, della crescita e degli investimenti, nell'interesse comune.

‼️ Il settore della funzione pubblica garantisce il funzionamento della democrazia e del Sistema sanitario nazionale nel nostro Paese. Stiamo attraversando un processo di cambiamento epocale; lo facciamo senza timore, con la volontà di confrontarci e di rafforzare, al contempo, le nostre rivendicazioni salariali.
... Vedi altroVedi meno

🔵 Alla riunione dellesecutivo nazionale della UIL FPL, abbiamo richiamato,ancora una volta, i rischi derivanti dal nuovo patto di stabilità sottoscritto lo scorso inverno dal Governo: rientro dello 0.4% e traiettoria di rientro che comporterebbe miliardi di tagli alla spesa sociale. 

Alla logica dellausterità, contrapponiamo quella delle politiche espansive, della crescita e degli investimenti, nellinteresse comune. 

‼️ Il settore della funzione pubblica garantisce il funzionamento della democrazia e del Sistema sanitario nazionale nel nostro Paese. Stiamo attraversando un processo di cambiamento epocale; lo facciamo senza timore, con la volontà di confrontarci e di rafforzare, al contempo, le nostre rivendicazioni salariali.
2 weeks ago
PierPaolo Bombardieri

💸 310mila pensionati ogni anno si spostano dall’Italia verso Paesi con situazioni fiscali diverse, per una spesa complessiva di 1milardo e 600 milioni. Soldi che dunque partono dall’Italia e vengono spesi altrove. Questo perché non si può far pagare a un pensionato le tasse che paga un lavoratore!

Prima c’era il sistema retributivo che faceva riferimento all’ultimo periodo lavorativo e dunque la pensione veniva calcolata sull’80% dell’ultima retribuzione. Dopo la riforma Dini si andava in pensione con il contributivo, ovvero tanto versavi, tanto ti portavi di pensione. C’è ancora una situazione di mezzo che si chiama sistema misto, ma il quadro è questo:
‼️ Il GOVERNO FA CASSA SUI PENSIONATI e non c’è una riforma strutturata delle pensioni, anche rispetto al calo demografico, solo tamponi.

La politica fa spot elettorali: prende in giro le donne su Opzione donna, dice che fa Quota 101 e li fa andare in pensione più tardi, sostiene di pensare ai giovani e non gli da una pensione di garanzia.
Nessun Governo fa una riforma strutturale delle pensioni perché COSTA VOTI!

🎥 Lo abbiamo ribadito durante la trasmissione “Tango” su Rai 2.
... Vedi altroVedi meno

🔵 🔵 🔵 Questa sera a partire dalle 23.30 siamo ospiti della trasmissione “Tango” su Rai2. Non mancate! ... Vedi altroVedi meno

🔵 🔵 🔵 Questa sera a partire dalle 23.30 siamo ospiti della trasmissione “Tango” su Rai2. Non mancate!
Load more
Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons

🔵 È la Calabria a tenere a battesimo l’esperienza dell’Alta Scuola di Formazione Antimafia. Questa mattina, a Lamezia Terme, ha preso il via il corso organizzato dalla Uil nazionale e dall’Associazione #Noi, rivolto ai quadri e dirigenti sindacali locali di tutto il Paese.

Il percorso, infatti, è partito da uno dei territori più interessati dai fenomeni mafiosi, ma proseguirà, nelle prossime settimane, coinvolgendo, via via, i dirigenti della Uil delle altre Regioni.

💪🏻Presente all’iniziativa, il Segretario generale PierPaolo Bombardieri e, nella veste di docente, la giornalista Federica Angeli, esponente di spicco dell’Associazione #Noi, nota per le sue coraggiose inchieste sulla mafia romana e costretta a vivere sotto scorta.

🗣“Con questa iniziativa - ha dichiarato Bombardieri - ci prefiggiamo di raggiungere due obiettivi. Vogliamo chiarire, innanzitutto, che non ci arrenderemo mai, perché il silenzio è il peggiore dei nemici nella battaglia contro le mafie. Inoltre, vogliamo offrire ai nostri quadri dirigenti territoriali gli strumenti per conoscere il fenomeno e capire come muoversi all’interno delle realtà in cui operano. Dobbiamo essere aggregatori di forza e di coraggio - ha sottolineato il Segretario della Uil - in questa battaglia che abbiamo deciso di combattere insieme all’Associazione #Noi e a Federica Angeli, che ha fatto della lotta contro le mafie la sua stessa ragione di vita.

“Stiamo realizzando un sogno di Giovanni Falcone - ha dichiarato Federica Angeli - che aveva intuito il processo di trasformazione delle mafie e, perciò, aveva auspicato la creazione di una scuola di alta formazione antimafia che vedesse come protagonisti i sindacati. Ho raccolto quell’idea e - ha sottolineato la giornalista - la stiamo realizzando per la prima volta proprio con la Uil.

👉Le mafie odiano i sindacati perché possono essere un ostacolo al loro modus operandi in alcune realtà produttive e nel mondo del lavoro e possono spezzare alcune loro dinamiche. Solo conoscendole - ha concluso Angeli - possiamo sconfiggere le mafie”.

Federica Angeli Uil Calabria
... Vedi altroVedi meno

🔵 È la Calabria a tenere a battesimo l’esperienza dell’Alta Scuola di Formazione Antimafia. Questa mattina, a Lamezia Terme, ha preso il via il corso organizzato dalla Uil nazionale e dall’Associazione #Noi, rivolto ai quadri e dirigenti sindacali locali di tutto il Paese. 

Il percorso, infatti, è partito da uno dei territori più interessati dai fenomeni mafiosi, ma proseguirà, nelle prossime settimane, coinvolgendo, via via, i dirigenti della Uil delle altre Regioni. 

💪🏻Presente all’iniziativa, il Segretario generale PierPaolo Bombardieri e, nella veste di docente, la giornalista Federica Angeli, esponente di spicco dell’Associazione #Noi, nota per le sue coraggiose inchieste sulla mafia romana e costretta a vivere sotto scorta. 

🗣“Con questa iniziativa - ha dichiarato Bombardieri - ci prefiggiamo di raggiungere due obiettivi. Vogliamo chiarire, innanzitutto, che non ci arrenderemo mai, perché il silenzio è il peggiore dei nemici nella battaglia contro le mafie. Inoltre, vogliamo offrire ai nostri quadri dirigenti territoriali gli strumenti per conoscere il fenomeno e capire come muoversi all’interno delle realtà in cui operano. Dobbiamo essere aggregatori di forza e di coraggio - ha sottolineato il Segretario della Uil - in questa battaglia che abbiamo deciso di combattere insieme all’Associazione #Noi e a Federica Angeli, che ha fatto della lotta contro le mafie la sua stessa ragione di vita.

“Stiamo realizzando un sogno di Giovanni Falcone - ha dichiarato Federica Angeli - che aveva intuito il processo di trasformazione delle mafie e, perciò, aveva auspicato la creazione di una scuola di alta formazione antimafia che vedesse come protagonisti i sindacati. Ho raccolto quell’idea e - ha sottolineato la giornalista - la stiamo realizzando per la prima volta proprio con la Uil. 

👉Le mafie odiano i sindacati perché possono essere un ostacolo al loro modus operandi in alcune realtà produttive e nel mondo del lavoro e possono spezzare alcune loro dinamiche. Solo conoscendole - ha concluso Angeli - possiamo sconfiggere le mafie”. 

Federica Angeli Uil Calabria
1 day ago
UIL - Unione Italiana del Lavoro

🔵 È partita la prima tappa della Quinta Edizione di Go Beyond, il nostro corso di formazione sindacale in cui decine di ragazzi e ragazze hanno scelto di partecipare per costruire insieme un Paese, anzi un’Europa migliore.

Non a caso questa prima giornata di lavori è stata dedicata ad un’approfondita analisi delle istituzioni comunitarie, comparando poi il mercato del lavoro spagnolo con quello italiano nella splendida cornice dello Spazio Europeo della sede della rappresentanza della Commissione UE a Roma. Ad aiutarci c’era Belen Guirao, Responsible for International and Associationism in RUGE - Revolución Ugetista (youth organisation of UGT).

Un’esperienza quindi di dibattito e studio, seguita poi nel pomeriggio da una simulazione dell’attività legislativa europea in cui i nostri ragazzi hanno potuto sperimentare in prima persona meccanismi e funzioni delle Istituzioni UE e, soprattutto, i loro effetti sulla vita concreta delle persone.

Questo è solo l’inizio di un intenso percorso di crescita e dialogo che speriamo vi porti lontano.
Buon lavoro ragazzi, speriamo insieme di riuscire a cambiare le cose!

@Terzo Millennio UGT - Unión General de Trabajadoras y Trabajadores
... Vedi altroVedi meno

🔵 È partita la prima tappa della Quinta Edizione di Go Beyond, il nostro corso di formazione sindacale in cui decine di ragazzi e ragazze hanno scelto di partecipare per costruire insieme un Paese, anzi un’Europa migliore. 

Non a caso questa prima giornata di lavori è stata dedicata ad un’approfondita analisi delle istituzioni comunitarie, comparando poi il mercato del lavoro spagnolo con quello italiano nella splendida cornice dello Spazio Europeo della sede della rappresentanza della Commissione UE a Roma. Ad aiutarci c’era Belen Guirao, Responsible for International and Associationism in RUGE - Revolución Ugetista (youth organisation of UGT). 

Un’esperienza quindi di dibattito e studio, seguita poi nel pomeriggio da una simulazione dell’attività legislativa europea in cui i nostri ragazzi hanno potuto sperimentare in prima persona meccanismi e funzioni delle Istituzioni UE e, soprattutto, i loro effetti sulla vita concreta delle persone. 

Questo è solo l’inizio di un intenso percorso di crescita e dialogo che speriamo vi porti lontano.
Buon lavoro ragazzi, speriamo insieme di riuscire a cambiare le cose!

@Terzo Millennio UGT - Unión General de Trabajadoras y Trabajadores

🔵 In vista del vertice del G7 che si terrà a Borgo Egnazia dal 13 al 15 giugno, è scoppiata una polemica riguardante le condizioni di alloggio delle Forze dell’ordine.

Le condizioni igienico-sanitarie della nave sono inaccettabili. Perdite d’acqua, camere sporche, condizionatori guasti e un’innumerevole quantità di bagni intasati e non funzionanti sono solo alcune delle problematiche denunciate. Queste condizioni non rispettano i più elementari standard di igiene, decoro e dignità.

Ci chiediamo come sia stato possibile noleggiare una nave in tali condizioni per ospitare il personale delle Forze dell’ordine, incaricato di garantire la sicurezza durante un evento di tale rilevanza. Non è tollerabile trattare in questo modo donne e uomini che rischiano la propria vita per garantire la sicurezza del Paese.

Rivolgiamo un appello ai vertici del Viminale affinché intervengano rapidamente per porre fine a questa vergogna e adottino le necessarie misure correttive nel rispetto della dignità e del decoro del personale delle Forze dell’ordine.

(Benedetto Attili, Responsabile politico della Uil Comparto Difesa e Sicurezza)
... Vedi altroVedi meno

🔵 In vista del vertice del G7 che si terrà a Borgo Egnazia dal 13 al 15 giugno, è scoppiata una polemica riguardante le condizioni di alloggio delle Forze dell’ordine. 

Le condizioni igienico-sanitarie della nave sono inaccettabili. Perdite d’acqua, camere sporche, condizionatori guasti e un’innumerevole quantità di bagni intasati e non funzionanti sono solo alcune delle problematiche denunciate. Queste condizioni non rispettano i più elementari standard di igiene, decoro e dignità. 

Ci chiediamo come sia stato possibile noleggiare una nave in tali condizioni per ospitare il personale delle Forze dell’ordine, incaricato di garantire la sicurezza durante un evento di tale rilevanza. Non è tollerabile trattare in questo modo donne e uomini che rischiano la propria vita per garantire la sicurezza del Paese. 

Rivolgiamo un appello ai vertici del Viminale affinché intervengano rapidamente per porre fine a questa vergogna e adottino le necessarie misure correttive nel rispetto della dignità e del decoro del personale delle Forze dell’ordine. 

(Benedetto Attili, Responsabile politico della Uil Comparto Difesa e Sicurezza)

🚫 👻 NO AI LAVORATORI FANTASMA

Non tutti sanno che l’Italia vanta una eccellenza tecnologica. STMicroelectronics è un gioiello in mano allo stato italiano e francese, produce microchip in un mondo dove ormai tutto ha bisogno di un microchip per funzionare.

E i risultati si vedono: oltre 50mila lavoratori in 10 paesi, il fatturato che supera i 17 miliardi di dollari nel 2023 con un utile che viaggia sui 4,6 miliardi. Solo in Italia impiega circa 13mila lavoratori con lo stabilimento di Agrate Brianza e Catania come punti di riferimento. E poi premi e riconoscimenti, STM è nella top 100 global innovatore 2024 e da tre anni di fila in Italia riceve la certificazione di Top Employer.

‼️‼️‼️ Poi ci sono loro, una settantina di lavoratori con una missione specifica, tutti precari in staff leasing a tempo indeterminato.

Guarda il servizio della UIL Milano Lombardia ➡
... Vedi altroVedi meno

Video image

0 CommentiComment on Facebook

🔵 Sogni la corona d’alloro?

Ti aiuta la UIL con e-Campus.

L'Università E-Campus, infatti, riserva a tutti gli iscritti UIL e ai loro familiari, sconti dal 10% al 40% sui propri percorsi di Laurea e percorsi formativi!

Un’occasione da non perdere. Scopri di più qui:

💙Con UIL Convenzioni sempre al tuo fianco hai una ragione in più per unirti a noi!
... Vedi altroVedi meno

🔵 Sogni la corona d’alloro? 

Ti aiuta la UIL con e-Campus. 

LUniversità E-Campus, infatti, riserva a tutti gli iscritti UIL e ai loro familiari, sconti dal 10% al 40% sui propri percorsi di Laurea e percorsi formativi! 

Un’occasione da non perdere. Scopri di più qui: https://www.uil.it/uilconvenzioni/#services

💙Con UIL Convenzioni sempre al tuo fianco hai una ragione in più per unirti a noi!

🔵🔵🔵 Sarà la Calabria, mercoledì 12 giugno, nel Lametino, a ospitare il primo corso della Scuola di Alta Formazione Antimafia!

➡️ Il progetto è stato promosso dalla Uil nazionale, che ha deciso di affidare la formazione dei propri quadri e delegati, su queste tematiche, all’Associazione Antimafia #Noi, presieduta da Massimo Coluzzi e di cui fa parte, nella qualità di Presidente onorario, la giornalista di Repubblica, Federica Angeli, nota per aver portato allo scoperto la mafia romana con il suo lavoro d’inchiesta.

📌 Quella calabrese sarà solo la prima tappa di un percorso che si snoderà su tutto il territorio nazionale e che coinvolgerà la maggior parte degli attivisti della Uil. Alla giornata inaugurale parteciperà anche il Segretario generale, PierPaolo Bombardieri.

📚 Il corso, strutturato su 8 ore, in presenza, in un’unica giornata, prevede lo studio delle leggi e dei codici penali in materia di mafia e l’analisi delle principali organizzazioni criminali italiane. La docente, affiancata da professionisti del settore, sarà la stessa Federica Angeli.

🎯 L’obiettivo è quello di fornire ai nostri delegati conoscenze sociologiche e strumenti normativi, per comprendere le dinamiche di penetrazione delle mafie nel tessuto socioeconomico e per contrastare forme di criminalità che dovessero palesarsi anche nei luoghi di lavoro.
... Vedi altroVedi meno

🔵🔵🔵 Sarà la Calabria, mercoledì 12 giugno, nel Lametino, a ospitare il primo corso della Scuola di Alta Formazione Antimafia!

➡️ Il progetto è stato promosso dalla Uil nazionale, che ha deciso di affidare la formazione dei propri quadri e delegati, su queste tematiche, all’Associazione Antimafia #Noi, presieduta da Massimo Coluzzi e di cui fa parte, nella qualità di Presidente onorario, la giornalista di Repubblica, Federica Angeli, nota per aver portato allo scoperto la mafia romana con il suo lavoro d’inchiesta.

📌 Quella calabrese sarà solo la prima tappa di un percorso che si snoderà su tutto il territorio nazionale e che coinvolgerà la maggior parte degli attivisti della Uil. Alla giornata inaugurale parteciperà anche il Segretario generale, PierPaolo Bombardieri.

📚 Il corso, strutturato su 8 ore, in presenza, in un’unica giornata, prevede lo studio delle leggi e dei codici penali in materia di mafia e l’analisi delle principali organizzazioni criminali italiane. La docente, affiancata da professionisti del settore, sarà la stessa Federica Angeli.

🎯 L’obiettivo è quello di fornire ai nostri delegati conoscenze sociologiche e strumenti normativi, per comprendere le dinamiche di penetrazione delle mafie nel tessuto socioeconomico e per contrastare forme di criminalità che dovessero palesarsi anche nei luoghi di lavoro.

🔵 🔵 🔵 LIBERTÀ DI FUTURO SENZA PRECARIATO

Il prossimo martedì rinizia Go Beyond, il laboratorio di alta formazione e confronto per i nostri giovani sindacalisti!
Presenteremo il corso e gli obiettivi, parleremo di Europa, occupazione giovanile e mercato del lavoro con:

• Alessandro Fortuna, Segreteria Generale UIL,
• Angelo Pagliara Rappresentante UIL Comitato Economico e Sociale Europeo,
• Belen Guirao, Responsible for International and Associationism in RUGE - Revolución Ugetista (youth organisation of UGT),
• Angelica Rota, Uff. Internazionale UIL e ETUC YOUTH Commitee member,
• Priscilla Binda, former ETUC YOUTH Commitee member - il comitato giovani della CES.
• PierPaolo Bombardieri, conclusioni del Seg. generale UIL

Nel pomeriggio i ragazzi parteciperanno alla simulazione di una seduta dei lavori del Parlamento Europeo.
... Vedi altroVedi meno

🔵 🔵 🔵 LIBERTÀ DI FUTURO SENZA PRECARIATO

Il prossimo martedì rinizia Go Beyond, il laboratorio di alta formazione e confronto per i nostri giovani sindacalisti!
Presenteremo il corso e gli obiettivi, parleremo di Europa, occupazione giovanile e mercato del lavoro con:

• Alessandro Fortuna, Segreteria Generale UIL, 
• Angelo Pagliara Rappresentante UIL Comitato Economico e Sociale Europeo, 
• Belen Guirao, Responsible for International and Associationism in RUGE - Revolución Ugetista (youth organisation of UGT), 
• Angelica Rota, Uff. Internazionale UIL e ETUC YOUTH Commitee member,
• Priscilla Binda, former ETUC YOUTH Commitee member - il comitato giovani della CES.
• PierPaolo Bombardieri, conclusioni del Seg. generale UIL

Nel pomeriggio i ragazzi parteciperanno alla simulazione di una seduta dei lavori del Parlamento Europeo.

💙 Oggi con tanti dei nostri giovani a ITAL NEXT GEN! Un corso di formazione dell'ITAL UIL Nazionale

Presenti durante la prima giornata Giuliano Zignani Presidente ITAL, Maria Candida Imburgia, Direttore ITAL, Marcello Borghetti, Segretario della Uil Emilia Romagna e il Segretario generale UIL PierPaolo Bombardieri.

Ci siamo confrontati su tanti temi, ribadito ai nostri ragazzi che se rifiutano lavori senza contratto danno dignità a questo Paese. Che per costruire il futuro abbiamo bisogno delle loro voci. Dobbiamo esser un presidio di democrazia, noi passeremo ma loro saranno il sindacato delle persone!
... Vedi altroVedi meno

𝟏𝟎𝟒𝟏 𝐌𝐎𝐑𝐓𝐈 𝐒𝐔𝐋 𝐋𝐀𝐕𝐎𝐑𝐎 𝐒𝐎𝐋𝐎 𝐍𝐄𝐋 𝟐𝟎𝟐𝟑

Negli ultimi mesi abbiamo portato in tante piazze italiane delle bare in rappresentanza dei morti sul lavoro, perché il Governo capisca che non sono numeri, ma persone madri, padri, sorelle, figli.
1041 vite strappate alle loro famiglie, al loro futuro. Vittime di un sistema disposto a sacrificarli per il profitto. In un Paese civile questo non può succedere.

🔵 Zero Morti Sul Lavoro è una battaglia senza bandiere, che riguarda tutti noi, una strage civile che non può più continuare.
Non ci fermeremo per raggiungere ZERO morti sul lavoro.

#ZeroMortiSulLavoro
... Vedi altroVedi meno

🔵 Abbiamo riempito le principali piazze del Paese con le nostre bare simboliche per scuotere le coscienze e abbattere l’indifferenza sul tema della sicurezza.
Con 1041 morti e oltre 500 mila incidenti sul lavoro siamo nel pieno di una guerra civile, in cui nessuno può dirsi assolto.

📌Ma alla protesta, come sempre, uniamo i fatti concreti. Grazie all’impegno e alla competenza del Patronato ITAL UIL assistiamo e tuteliamo i familiari delle vittime, in modo pressoché gratuito, con un’ampia rete di operatori, consulenti medici e legali. Un aiuto prezioso nella nostra battaglia per Zero Morti sul Lavoro che merita di essere conosciuto.

Approfondisci servizi e informazioni sul nostro Blog, clicca qui https://zeromortisullavoro.it/patronato-ital-e-sic…

Lavoriamo insieme per lasciare la morte a Zero!

ITAL UIL Nazionale
... Vedi altroVedi meno

🔵 Abbiamo riempito le principali piazze del Paese con le nostre bare simboliche per scuotere le coscienze e abbattere l’indifferenza sul tema della sicurezza. 
Con 1041 morti e oltre 500 mila incidenti sul lavoro siamo nel pieno di una guerra civile, in cui nessuno può dirsi assolto. 

📌Ma alla protesta, come sempre, uniamo i fatti concreti. Grazie all’impegno e alla competenza del Patronato ITAL UIL assistiamo e tuteliamo i familiari delle vittime, in modo pressoché gratuito, con un’ampia rete di operatori, consulenti medici e legali. Un aiuto prezioso nella nostra battaglia per Zero Morti sul Lavoro che merita di essere conosciuto. 

Approfondisci servizi e informazioni sul nostro Blog, clicca qui https://zeromortisullavoro.it/patronato-ital-e-sicurezza/ 

Lavoriamo insieme per lasciare la morte a Zero!

ITAL UIL Nazionale
Load more
Libreria
Sedi
Partecipa
Partner